#5 Commenti

  • Davide Tanganelli / Degustazioni

    Davide Tanganelli / Degustazioni

    Ok sull'aumento del contributo di stoccaggio, sul resto boh bah

    link a questo commento 0 2
    #1
  • Luca Perciaccante

    Luca Perciaccante

    Premesso che è giusto aumentare lo stoccaggio, non capisco invece la riduzione degli sconti.

    link a questo commento 0 2
    #2
  • Vinix Team

    Vinix Team

    Ciao Luca, limitando il discorso alle scontistiche la risposta è molto semplice e diretta: per stare in piedi.

    Abbiamo inizialmente concepito un sistema nel 2012 che come massimo ordinabile aveva le 480 unità ma questo sistema ci è letteralmente esploso tra le mani ed è passato di fatto, in corsa, alle 1440 unità rendendo necessaria una redistribuzione, sia pur minimale dal momento che tocca solo un 2%, che ripartisse tale scontistica sul reale nuovo massimo ordinabile. Avremmo dovuto farlo al momento dell'estensione delle dimensioni massime di cordata ma volevamo vedere se effettivamente le cordate a 2 o 3 bancali sarebbero diventate così frequenti o meno, cosa che poi si è puntualmente verificata.

    Ora, è chiaro che non ci aspettavamo gli applausi per aver spostato il 51% più in là però siamo sinceramente convinti che questa cosa, così come l'abbiamo fatta e presentata, fosse decisamente meglio che prendervi in giro lasciando tutto apparentemente invariato e aumentando artificiosamente i prezzi per farci venire gli sconti (come accade abbondantemente altrove).
    Da sempre abbiamo scelto e seguito la via della trasparenza per cui, apertamente, come sempre, abbiamo spiegato le motivazioni che ci hanno portato a questa scelta: la sostenibilità dell'intero sistema nell'ottica di crescita futura anche nel caso in cui queste scelte possano essere parzialmente impopolari.

    Di fatto però non c'è una riduzione delle scontistiche tout court.
    Le scontistiche massime sono rimaste inviariate e reali - dato rilevante - che è la cosa sacra che non volevamo in alcun modo toccare e infatti non abbiamo toccato. Semplicemente abbiamo spostato un po' più avanti, là dove arrivano oggi (e arriveranno sempre più domani) i gruppi più grandi, il massimo del 51%.

    Siamo convinti che la differenza del 2% o dell'1% per chi si fermerà al primo o al secondo bancale, quando stai comuque acquistando grossomodo alla metà del prezzo rispetto alla normale vendita al dettaglio, sia quasi ininfluente per chi acquista. E' molto meno ininfluente per noi invece perché ci consente di continuare a crescere e a investire in sviluppo, sempre che teniate anche voi a preservare questo sistema.

    Un grande augurio di buon anno a tutti voi.

    link a questo commento 1 5
    #3
  • Davide Tanganelli / Degustazioni

    Davide Tanganelli / Degustazioni

    Per la serie "quelle risposte che sconcertano". Lo stare in piedi sarebbe legato alla differenza di commissione tra una cordata che si conclude al 49% invece del 51%? Credo giusto o sbagliato che fosse, sarebbe stato meglio non modificare la percentuale impostata per il sistema. Che poi, fin dall'inizio, sarebbe stato comunicativamente più logico definire 1 bancale - 50% di sconto. Lo stare in piedi, piaccia o non piaccia, sarà sempre legato all'aumento del numero di bottiglie vendute, che a sua volta è indissolubilmente legato alla capacità di far aderire produttori dal giusto appeal.

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Davide e grazie per le tue note.
    La risposta alla tua domanda iniziale è si, molto.
    C'è moltissima differenza infatti (per noi, non per voi), ad arrivare all'encefalogramma piatto delle commissioni sul primo bancale o al terzo. Quel piccolo 2% che nella veste di compratore impatta molto poco per noi (e in parte per l'azienda) è vitale nel momento in cui il modello che hai creato a 480 passa ad un reale massimo spostato a 1440.

    Chiaro che l'obiettivo di tutti qui è di muovere sempre più bottiglie e così stiamo facendo con le nostre piccole risorse se, come è vero, anche quest'anno siamo passati dalle 37.000 dello scorso anno alle quasi 50.000 di quest'anno ma è proprio perché l'obiettivo è quello che si è reso necessario questo adeguamento, per raggiungerlo.

    Poi se mi dici che preferivi prima siamo perfettamente d'accordo è un 2% in meno o un 1% in meno di sconto rispetto alle vostre cordate canoniche ma credimi che se abbiamo fatto questo passo è perché era necessario.

    Un caro saluto e buon anno.

    Filippo

    link a questo commento 0 1
    #5

inserisci un commento