assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#23 Commenti

  • Agricola Futura

    Agricola Futura

    Brava. Più trasparente di un regolamento.

    link a questo commento 0 1
    #1
  • Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Grazie mille :) ho cercato di essere breve - per quanto è possibile essere brevi quando si parla di burocrazia vinicola in Italia...

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Sandro Di Marco

    Sandro Di Marco

    Ma in etichetta puoi indicare il territorio o la vigna?

    link a questo commento 0 1
    #3
  • Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Marilena Barbera - Cantine Barbera

    @sandro nulla, proprio nulla. L'etichetta può essere solo quella che vedi in foto (incluso il fatto che scrivere "viticoltRICE" non è proprio legalissimo...

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Marilena Barbera - Cantine Barbera

    PS: che io poi alla fine li frego lo stesso, perché Menfi ce lo devo scrivere per forza - anche se piccolino - in quanto sede legale dell'azienda ;)

    link a questo commento 0 1
    #5
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Che non si possa scrivere il comune nemmeno nei dati geografici aziendali mi pare veramente un'assurdità totale. E' il classico genere di cose di fronte alle quali generalmente anch'io sono disponibilissimo a lottare in un tribunale.

    link a questo commento 0 2
    #6
  • Luca Rossi

    Luca Rossi

    Il migliore post dell'anno ????

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Michele Mancini

    Michele Mancini

    Grazie del bellissimo post (e io non vedo l'ora di assaggiarlo, questo Microcosmo Perricone di Menfi, se posso almeno scriverlo qui!).

    link a questo commento 0 1
    #8
  • Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Michele Mancini possiamo scriverlo dappertutto, tranne che sull'etichetta :)

    link a questo commento 0 0
    #9
  • Lorenzo Conci

    Lorenzo Conci


    In Alto Adige è capitata una storia analoga di burocrazia alla famiglia Mayr (Nusserhof) con un vitigno autoctono locale, il Blatterle (https://www.vinix.com/myDocDetail.php?ID=7496).
    Fortunatamente, piano pano, anche da noi, come in Francia, il Cru e il vignaiolo, cominciano a contare più di una generica dicitura (DOC - IGT- IGP ecc) così generiche da essere spesso ingannevoli.
    Presto avrò l'occasione di gustare il Microcosmo Perricone, e lo farò con grandissimo piacere a prescindere...

    link a questo commento 0 2
    #10
  • Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Grazie Lorenzo Conci! A questo proposito, mi hai fatto ricordare che dovrò cambiare la foro dell'etichetta nel market... anche se non so se si può cambiare mentre la cordata è in corso... Filippo Ronco che mi suggerisci?

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Vinix Team

    Vinix Team

    Il vino al momento in vendita sul market è il Perricone 2015.
    Non appena completata la cordata possiamo inserire anche il nuovo fuori Doc scrivi per qualsiasi intervento a shop@vinix.com

    link a questo commento 0 1
    #12
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Se c'è da aggiornare solo l'etichetta puoi inviare a shop@vinix.com e facciamo in corsa.

    link a questo commento 0 0
    #13
  • Vito Gulli

    Vito Gulli

    SEI GRANDE MARILENA

    link a questo commento 0 0
    #14
  • Vito Gulli

    Vito Gulli

    COMUNQUE MICROCOSMO ORMAI È UN MITO. QUINDI ANCHE COSì È SEMPRE UN PERRICONE MITICO

    link a questo commento 0 1
    #15
  • Domenico Valenzano

    Domenico Valenzano

    Abbiate pazienza che non appena arriva l'Ammano, lancio.

    link a questo commento 0 2
    #16
  • Marco Marcone

    Marco Marcone

    Evviva Marilena che scrive un articolo per spiegare e non per lamentarsi.

    link a questo commento 0 1
    #17
  • Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Marilena Barbera - Cantine Barbera

    @Marco, lamentarsi non serve quasi mai. In questo caso, non serve assolutamente a niente :)
    Io Microcosmo lo faccio da sempre con le uve della vigna del pozzo che si chiama, per l'appunto, vigna del microcosmo, che è piantata: con oltre il 90% di Perricone di vecchie vigne da cui ho preso le marze e con 100-150 piante di Catanese che stavano nel vigneto vecchio. Io ho solo riprodotto quello che c'era, come si è sempre fatto in passato.

    Il Perricone è un vitigno che si è evoluto nel corso di migliaia di anni, e quindi ce ne sono molti biotipi anche di interesse locale con caratteristiche diversissime. Pensa che da me ce ne sono alcune piante con l'uva a polpa rossa, ed è uno dei biotipi più rari.

    In queste condizioni ampelografiche, non mi fa nessuna impressione che alle commissioni di degustazione, che hanno dei parametri molto rigidi entro cui muoversi, il mio vino crei delle perplessità. Forse, l'unica lamentela la devo fare a me stessa, che non mi sono ancora battuta con abbastanza impegno per
    chiedere che le commissioni facciano delle degustazioni OBBLIGATORIE a scopo conoscitivo per iniziare a capire i territori, mettendo noi produttori nella condizione di poter valorizzare davvero i diversi terroir nei quali lavoriamo.

    link a questo commento 0 3
    #18
  • Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Domenico un po' di tempo ancora per Ammàno ci vuole :)

    link a questo commento 0 0
    #19
  • Domenico Valenzano

    Domenico Valenzano

    Metà marzo?

    link a questo commento 0 1
    #20
  • Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Lo sai che non devi chiederlo a me, ma a lui :)

    link a questo commento 0 0
    #21
  • Domenico Valenzano

    Domenico Valenzano

    Ok, più tardi lo chiamo.

    link a questo commento 0 0
    #22
  • Lorenzo Greco

    Lorenzo Greco

    Non ti preoccupare di perdere la DOC, avrai meno burocrazia e più libertà di lavoro...e poi anche il Sassicaia era senza DOC.

    link a questo commento 0 0
    #23

inserisci un commento