In Toscana riflettori puntati su Fermo e Accademia di Tipicità

inserito da
In Toscana riflettori puntati su Fermo e Accademia di Tipicità
In Toscana riflettori puntati su Fermo e Accademia di Tipicità
Lo chef stellato Danilo Bei a San Miniato premiato come ambasciatore del tartufo


È il mese del Re della tavola, il tartufo e l’Accademia di Tipicità è protagonista in Toscana per uno degli eventi più importanti d’Italia sul famoso e pregiato alimento.

Il Festival delle eccellenze marchigiane è stato invitato, in virtù di un rapporto del Comune di Fermo con la locale amministrazione, alla mostra mercato nazionale del tartufo bianco di San Miniato (Pisa), giunta alla 48° edizione.

E proprio Fermo ha inaugurato l’Officina del Tartufo, riservata ai gourmet-show. In questo spazio allestito in piazza del Duomo, lo chef stellato del Ristorante Emilio di Fermo, Danilo Bei, che appartiene all’associazione giovani ristoratori di Europa, ha esaltato i sapori delle Marche in abbinamento al locale tartufo, con estro e creatività.

Nell’occasione una delegazione del Comune di Fermo, accolta da Sindaco e Vice Sindaco di San Miniato e guidata dal primo cittadino Paolo Calcinaro, ha presentato il territorio ed ha stretto un patto di amicizia con la realtà toscana, invitandola in qualità di territorio ospite a Tipicità 2019, in programma dal 9 all’11 marzo.

Danilo Bei è stato inserito nella “wall of fame” del centro toscano come “Ambasciatore del Tartufo”, insieme ad illustri personalità. Due delle ricette pensate da Bei per l’occasione, cicala di mare al finocchietto e tartufo bianco insieme a tortello con frutti dell’Adriatico e Tartufo Bianco figurano nel primo ricettario del Tartufo Bianco di San Miniato, creato con il contrinuto di selezionati chef di livello nazionale ed internazionale.




 
  • condividi su Facebook
  • 318
  • 0
  • 0

#0 Commenti

inserisci un commento