assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Dentro la hall of fame, conosciamo i top player Vinix del 2018

inserito da
Dentro la hall of fame, conosciamo i top player Vinix del 2018
Come sapete da qualche mese abbiamo introdotto la Hall Of Fame, una sorta di classifica molto giocosa sui più attivi compratori del market, tra questi i più grandi capicordata ma non solo, è possibile scalare la classifica anche con un palmares di acquisti costante e consolidato nel tempo oppure con exploit a sorpresa (o precipitare nel baratro se comprate il pesto senz'aglio, dobbiamo ricordarci di aggiornare l'algoritmo!).

Durante i ritiri ormai a poco a poco li avrete conosciuti ma in questo clima ormai natalizio abbiamo pensato a qualcosa di più intimo e diretto che potesse far conoscere più da vicino chi naviga ormai in modo abbastanza consolidato nella vetta della HOF. Non solo qualche riga su come li vediamo noi ma anche qualche riga, loro, per presentarsi e raccontare brevemente come si sono avvicinati a Vinix, cosa rappresentasse per loro veramente questo network e cosa avrebbero detto a chi non ha mai fatto il capocordata o a chi non avesse mai usato questo sistema di acquisto per descrivergli la propria esperienza. Ne è venuta fuori una manciata di storie vere, genuine (abbiamo ovviamente tralasciato i nostri account di lavoro sebbene viviamo e lottiamo nella mischia insieme a voi).


Gian Enrico Rossi - Primo classificato dicembre 2018

Enrico è una persona precisa, seria, abbastanza riservata. Ogni tanto ride ma sotto i baffi, è difficile intercettare una risata sguaiata da parte sua. Meticoloso nel suo ruolo di capocordata, può contare anche sull'aiuto di una moglie molto attiva e presente nelle operazioni e nella promozione Vinix. Pare che Enrico abbia compiuto imprese eroiche come per esempio sbancalare a mano in ascensore fino a 240 casse. Enorme. Se non è nel reggiano a mangiare gnocco fritto lo potete trovare a qualche nostro evento, è alto due metri quasi e d'inverno porta lunghi cappotti, forse per mimetizzarsi dai fan. Enrico conduce la classifica della Hall of Fame al primo posto con il massimo dei punti ma l'algoritmo ogni 3 ore ricalcola, la lotta continua!

Vengo da un paesino nella prima collina reggiana, e come inevitabile conseguenza sono cresciuto a gnocco fritto e lambrusco, il mio primo vino a cui sono rimasto legato indissolubilmente anche dopo aver ampliato gli orizzonti enoici. Lavoro e amore hanno portato a trasferirmi a Milano, ma conservo uno stretto legame con le mie colline, cui spesso faccio visita. Nella vita lavoro per un'azienda di servizi informatici, la passione per il vino nasce 6-7 anni fa, quando comincio ad abbandonare la GDO come fonte di approvvigionamento per accedere ai vari e-commerce online per cercare qualcosa di maggior qualità.

E' proprio cercando il miglior prezzo di un vino che avevo acquistato su un e-commerce (uno di quelli che va per la maggiore in questi ultimi anni) che a fine 2014 mi imbatto su Vinix, dove c'era stata una cordata qualche tempo prima su quel produttore e, chevvelodicoaffare, il miglior prezzo era lì. Da lì monitoraggio costante del sito, fino a partecipare alla prima cordata (Palazzo Vecchio) nel gruppo Sosoclub già attivo (Milano città ancora non lo era).

Dopo qualche mese comincio a covare l'idea di fare il capocordata, dopo aver parlato coi pionieri e aver ricevuto spiegazione su come si fa. Prima di Natale 2015 la prima cordata lanciata su Clarabella, e da lì mi sono fatto prendere la mano :-), devo dire che la motivazione iniziale che mi ha fatto aderire a questo sistema è stata quella economica, ma non immaginavo quanto avrei ricevuto dal punto di vista sociale, ho avuto la possibilità di conoscere un sacco di gente con cui scambiare idee sul vino, da cui imparare tanto, sono nate amicizie con utenti e produttori, si è aperto un mondo. Credo che la cosa più divertente di fare il capocordata sia proprio quella di scambiare 2 chiacciere, impressioni su questo o quel vino, con tantissima gente.


Davide Robbiati Secondo classificato, dicembre 2018

Davide è il poeta errante di Vinix.
L'empatia è stata immediata alla prima stretta di mano, l'amico che vorresti sempre avere a cena, grandissimo appassionato e vero entusiasta, è anche esperto di birre (che non guasta, anzi gli abbiamo affidato una rubrica apposita su Vinix), serio, preciso e sempre accomodante in caso di problemi. Anche qui abbiamo una moglie molto coinvolta, specie sui ritiri, lavorano sodo ma sanno come spassarsela, ci piacciono tanto!


Davide Robbiati, al secolo il capo ciurma dei Pirati di Varese... Una cricca messa insieme d'istinto, dietro una febbre curiosa inarrestabile. Seguiva online il Birrificio Gambolò, assaggiato in vigevanese fiera birraria e d'improvviso inciampa nell'epifanico risultato google: Vinix.com. Ci clicca, ci legge quattro cose, capisce di gruppi d'acquisto e sconti crescenti. Altro non serve: s'iscrive e fonda il gruppetto che diverrà cicciotto alquanto, nei cinque anni d'onorata carriera.

E chi ti sale primo a bordo, quale rapida faina? Quel funambolico Mario Gelfi che prima in veste di mentore del market e poi subito a proporre collaborazione sul discorso degustazioni, diverrà l'amico e il socio di un comune pensiero enologico. Vinix è la storia di un'amicizia, di un gruppo di sbevazzoni, di persone che transitano per casa e raccontano storie incredibili... Bere gratis eticamente corretto: condividere risate con i vignaioli, infatti, non ha prezzo!


Sergio Vernasca - Terzo classificato, dicembre 2018

Esempio di compratore top che può salire in classifica anche avendo lanciato pochissime cordate, Sergio ha un palmares di acquisti invidiabile, non per niente può vantare il rarissimo badge di "cellar king" che in pochissimi hanno raggiunto nella hall of fame. Sergio è quello che si può dire un compagno fidato, sempre sul pezzo, partecipa praticamente a qualsiasi cordata lanciata dagli amici vicini dalla notte dei tempi, la sua è una delle cantine più importanti del market. Se per sbancalare servisse la controfigura, chiameremmo a fare le sue veci il milanese imbruttito con il figlio (nano) imprenditore che da del "giargiana" ai milanesi che non stanno al passo. Lo puoi trovare spesso a comprare da alcuni dei più acerrimi nemici di Vinix in centro a Milano a dimostrazione di quanto certi signori siano molto confusi.

(La presentazione di Sergio è in arrivo).


Mario Gelfi - Sommelier Social Club - Quarto classificato, dicembre 2018

Con Mario - ma è un po' una costante con i top player perché i rapporti e le relazioni per una ragione o per l'altra sono molto frequenti - c'è un rapporto molto bello. Persona solare, sempre sorridente, è un pragmatico e risolve problemi quando ci sono con grande collaborazione. E' IL capocordata storico di Vinix, ha aperto lui la breccia in Lombardia e anche se ora il suo gruppo si sta giustamente polarizzando più sull'ovest di Milano e il varesotto continua a giocare un ruolo determinante con cordate fresche e sempre alla ricerca della novità. Se dovessimo dire la sua caratteristica principale è la curiosità, ha sempre provato le nostre scoperte senza il minimo timore e, speriamo, con soddisfazione. Se c'è qualcosa di ardito e più complicato, ci si butta quasi sempre a capofitto, è un esploratore.

Mario Gelfi, milanese solo di nascita, 38 primavere ad un passo dalle 39, da 20 anni perito agrario, da una vita nel pianeta agricolo, da 6 sommelier "professionista"; gestisco e conduco in quel di Nerviano (MI) il Sommelier Social Club, luogo di ritrovo enoico (anche itinerante) per semplici curiosi ed appassionati veri. Mi sono avvicinato a Vinix per caso, nel mentre di una googlata randomica ed è stato quel che si dice un colpo di fulmine. Lo consiglio, come faranno in tanti, per l'alta qualità delle produzioni artigiane presenti, reperibili a prezzi potenzialmente imbattibili, ma anche per l'attenzione al cliente, per una trasparenza degli obiettivi comprovata dai fatti e per quella parte social che da subito mi ha dato la possibilità di costruire e portare avanti proficue relazioni professionali e di sincera amicizia con altri utenti e con gli stessi produttori che nel tempo hanno aderito alla piattaforma.


Marco Pellegrini - Quinto classificato, dicembre 2018

Marco è arrivato da poco tempo ed è forse tra i capocordata più giovani del market. Girano voci secondo le quali la carta di credito della sua futura sposa sia pressoché illimitata ma sono solo indiscrezioni. Di sicuro ha impiegato pochissimo a piazzarsi nella top ten della Hall of Fame con risultati di grande spessore dall'ovest di Milano (Rescaldina), ha immediatamente legato e fatto gruppo con gli altri capocordata di lunga esperienza con cui si coordina al meglio per diversificare gli acquisti. Hobby: scalare montagne di casse e farsi la foto in cima nelle pose più svariate che poi gentilmente ci dona per la promozione (una di queste è la copertina dei questo post), l'energia delle nuove leve!

Ciao sono Marco, impiegato e Sommelier AIS della provincia di Milano. Sembra una frase fatta ma Vinix ha dato una svolta alla mia passione per il vino! Ho conosciuto persone (poi con gli anni diventati cari amici) che mi hanno fatto scoprire la curiosità dell’andare oltre l’acquistare i soliti noiosi vini al supermercato! Da quando ho scoperto Vinix infatti acquisto regolarmente (“anche troppo” dice la mia futura moglie Laura da quando non c’è più spazio in cantina) i vini su questo canale. Perché volete mettere il gusto di portarsi a casa bottiglie scontate del 50% con la garanzia di una qualità sempre alta?! Volete mettere a soddisfazione di provare delle chicche che altrimenti dovresti andare a prendere direttamente nelle cantine sparse per l’italia?! E tutto questo con un semplice click e successivamente facendo pochi km per il ritiro dal capocordata!


Eugenio Simoni - Sesto classificato, dicembre 2018

Eugenio è probabilmente uno dei capocordata più attivi e precisi della zona di Roma.
Appassionato di vini naturali, insieme a parenti e amici ci lascia sempre sbigottiti per la velocità con cui chiude i bancali. Appassionato vero, gira per fiere di settore e scrive di vino per hobby condividendo spesso le sue peregrinazioni anche qui su Vinix. E' sempre molto collaborativo e disponibile, pronto a dare una mano in caso di problematiche che possono capitare. Una garanzia.


Architetto, fotografo, sommelier, vignaiolo, birraio, appassionato di enogastronomia, blogger. Il mio lavoro però, per fortuna, è tutt’altro: impiegato statale :) Il mio interesse per il mondo del vino è iniziato dalla parte produttiva. La mia famiglia da sempre fa vino per il consumo familiare e fin da piccolo ho seguito mio nonno e mio padre nelle attività di viticoltura e di vinificazione in cantina. Continuo a farlo volentieri! Poi il corso da Sommelier e i vari corsi di approfondimento anche in campo gastronomico.

Ma più che dai corsi ho appreso attraverso le varie manifestazioni enogastronomiche alle quali ho partecipato e soprattutto ho appreso molto nei miei viaggi organizzati per conoscere produttori di piccole cantine italiane, con un’attenzione particolare soprattutto alla qualità, alla naturalità, al rapporto sostenibile con l’ambiente ed il territorio. E proprio attraverso questi viaggi e queste conoscenze che ho conosciuto Filippo Ronco e successivamente quindi Vinix. Piattaforma che ho trovato subito incline alle mie storiche esigenze di acquirente in Gda, spesso appunto in qualità di capocordata.

Il gruppo di persone che fanno riferimento a me sono per lo più amici, colleghi, conoscenti. Le mie email e i miei tabelloni excel “chiudi casse da 6” assicurano loro l’acquisto anche di poche, dispari, uniche bottiglie. La loro partecipazione mi consente di gestire un gran numero di bottiglie per raggiungere velocemente obiettivi e ottimi sconti nelle cordate che lancio o alle quali partecipo. A chi volesse cimentarsi con l’esperienza di capocordata dico: serve spazio, disponibilità di tempo e condivisione delle proprie idee nel gruppo. Il resto è tutto molto divertente!


Domenico Valenzano - Settimo classificato, dicembre 2018

Domenico è un capatosta. Genuinamente innamorato del sistema si è immediatamente rivelato un ingranaggio importante per la diffusione dell'idea Vinix dandosi molto al di là del semplice rapporto consumatore/utilizzatore del servizio. Con lui abbiamo instaurato un rapporto speciale. Arrivato a giochi già iniziati ha immediatamente spalancato il mercato sul centro di Milano con le sue storiche cordate con il gruppo Milano Sud nome al quale, dopo qualche tempo, ha aggiunto il payoff azzeccatissimo "saccheggiamo cantine" :) La sua logistica puntuale e precisa è da manuale, spesso ti aspetta con il tuo ordine già ritirato nei suoi fondi prima del tuo arrivo. Tra i primissimi a raggiungere la vetta delle mitiche cordate a tre bancali, nonostante l'ernia alla schiena, non si sa come, riesce sempre a portare a termine la missione. E' un toro inarrestabile, molto geloso (in senso buono) della sua creatura "Milano Sud". Con il tempo ha saputo stringere collaborazione anche con altri capocordata di zona (le staffette con Enrico Rossi sono ormai consolidate), che hanno saputo valorizzare insieme a lui l'importante lavoro di crescita di uno dei gruppi più attivi e prolifici della storia del market.

Anno domini 2014. Un giorno di settembre, per puro caso, leggo un post su facebook che “pubblicizzava” Vinix Grassrooots Market. Con estrema diffidenza mista a curiosità, apro il sito. Mi son detto: “sarà il solito wine shop on line”. Ho fatto un giro nelle varie sezioni, mi sono letto buona parte delle faq e mi è scappato un MINC...chiedo scusa, perbacco!(ovviamente), ma chi ha creato sta cosa è un genio! Decido di iscrivermi senza esitazione. E il cervello inizia a frullare idee. Noto che i gruppi di Milano città sono un po’ fiacchi, mentre i gruppi più attivi sono a nord di Milano. Non ci vuole un cervello fumante per capire che la zona sud è scoperta, logisticamente sono in un punto facilmente raggiungibile, senza strisce blu, senza problemi di parcheggio e il box doppio aiuta. Partecipo alle prime cordate per capire come funziona. È tutto semplice e trasparente. Creo il gruppo Milano Sud e con un filo di umiltà aggiungo saccheggiamo cantine. Nonostante Filippo mi inviti a lanciare sui gruppi esistenti, vado avanti e penso: “questo non sa con chi ha a che fare”.

Attendo circa sei mesi per avere un minimo di iscritti e decido di lanciare la prima cordata su Cantine Barbera. Gli ordini arrivano a raffica e con sorpresa arriviamo a 960 bottiglie. Dai, non male per un pivello. Nel frattempo le cordate aumentano, gli iscritti si incontrano, nascono nuove amicizie e si organizzano quelli che io chiamo “pellegrinaggi enoici”. Chiediamo ai vignaioli di raccontare il loro vino, la loro filosofia. La loro storia. Abbiamo bisogno di ampliare la “massa critica” per crescere ancora. Fai iscrivere i tuoi amici e se hai tempo e spazio sufficiente puoi aggregarti ai gruppi a te vicini e lanciare la tua prima cordata.

All'ottavo e nono posto si piazza il nostro team con il nostro manutengolo che ha ormai abbandonato il lancio per fare a rotazione con l'account di lavoro (Vinix Team) e lascerà presto il posto a nuovi ingressi nella top ten. Passiamo al decimo glorioso top player.


Andrea Povellato Andrea Povellato - Decimo classificato, dicembre 2018

Andrea, con il suo gruppo di amici, ci ha stupito dal primo minuto e rappresenta un po' un unicum nel panorama Vinix. Il suo è il gruppo con le migliori prestazioni in assoluto in proporzione al numero di iscritti. Con una trentina di amici molto stretti e coesi porta a casa quasi sempre cordate da bancale con una sequenza di successi ineguagliata. Si è subito innamorato dell'idea e l'ha sempre sostenuta con lancio periodico di cordate nella zona di Venezia/Mestre.

Lavoro nel campo della ricerca economico-agraria, ma il mio lavoro c'entra poco con l'interesse per Vinix. Tutto è nato nel 2013 da un articolo letto sul Corriere che parlava di un sito specializzato nella vendita online di vini di qualità che riusciva a fare sconti del 51%. Dato che il mio interesse per i vini di qualità si scontrava spesso con prezzi decisamente troppo alti, ho cominciato a curiosare nel sito e, leggendo le FAQ di Vinix, ho capito che si faceva sul serio. Ho convinto un gruppo di amici ad aprire la prima cordata e dopo aver sperimentato il simpaticissimo meccanismo delle mail che annunciano ulteriori acquisti e ulteriori sconti, è stato amore a prima vista! L'arrivo del bancale (19 cordate con 66 cartoni in media per cordata) è sempre un evento e gli amici continuano ad apprezzare l'opportunità di bere bene a prezzi modici. Più in generale, a me fa piacere poter contribuire allo sviluppo di realtà vitivinicole che non sempre si riescono ad apprezzare attraverso i canali distributivi tradizionali. Quindi, lunga vita a Vinix!


Un augurio a tutti voi.
  • condividi su Facebook
  • 1878
  • 0
  • 2

#0 Commenti

inserisci un commento