#2 Commenti

  • Danilo Sartori

    Danilo Sartori

    In quanto addetto ai lavori dico la mia sul punto 1.
    L'"abolizione della plastica" è un tema d'impatto di cui è facile parlare, ma che non fa i conti con alcuni fatti fondamentali. O meglio, finché si tratta di limitare gli usi inutili o esagerati lo sforzo non è grande; il rifiuto più ecologico è quello che non viene prodotto. E questo si può e si deve fare subito, ma stiamo parlando di quantità marginali e non risolutive. Poi però si entra in problematiche che investono il nostro modello di consumo e di vita. In parte sono anch'esse risolvibili, ma costano e non sempre sono ambientalmente più virtuose.
    Per farla breve, il packaging -che comunque assorbe circa il 40% dei consumi di plastica ed ha un suo circuito di riciclo* - è fondamentale se viviamo in città, facciamo la spesa nei supermercati e non la facciamo tutti i giorni*. I materiali alternativi sono spesso più costosi, non altrettanto performanti e con bilancio ambientale (carbon footprint) peggiore della plastica. Sempre per farla semplice, puoi permetterti l'eliminazione del packaging se vivi in campagna con l'orto e le galline e vai dal droghiere tutti i giorni (capire poi come arrivano le merci dal doghiere). Qundi prima di parlare di divieti si analizza, si programma migliorando tutto il migliorabile e poi si interviene sapendo quali costi e quali benefici si otterranno. E non vi annoio su quanto costi e benefici non siano solo economici e non abbiano lo stesso peso a seconda di chi li paga o se ne giova.
    Senza considerare che continuerai ad usare mezzi di trasporto, abiti e prodotti tecnologici...di plastica. E qui ricomincia il ragionamento di cosa è eliminabile e cosa è sostituibile.
    *fonte: https://www.plasticseurope.org/it/resources/publications/619-plastics-facts-2018

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Vinisani.org - D. Sciutteri

    Vinisani.org - D. Sciutteri

    I nonni che danno esempio ai nipoti. I genitori che danno esempio hai figli.
    Gli zii che danno esempio ai nipoti. I fratelli che danno esempio agli altri fratelli. gli amici che danno esempio agli altri amici. il collega di lavoro che da esempio agli altri colleghi. Il manager che da esempio gli altri manager. il politico che da esempio agli altri politici.
    E’ così all’infinito. Se noi fossimo diversi anche chi ha responsabilità decisionale ma sempre delegata: lo status quò sarebbe diverso!?

    link a questo commento 0 0
    #2

inserisci un commento