assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Tutta colpa del T9

inserito da
Tutta colpa del T9
Se esiste una cosa che ho imparato in tanti anni di onorata militanza social in questo BLOG dal paziente Filippo Ronco, è l'importanza di scrivere contenuti curati, sia in termini di punteggiatura, sia di racconto. Si scrive in maniera corretta, si verificano le fonti, si specificano le citazioni, perlomeno si dovrebbe tenere questo comportamento. L'ignoranza non è permessa e perfino il buon Mark Zuckerberg ha previsto l'opzione modifica post nel suo Fb, insomma non è sempre colpa del T9.

Qualche giorno fa ero in ufficio a cercare idee per le nuove schede tecniche dei vini, dato che visto il restyling delle etichette, devo metterci mano. Così sono andata a farmi un giro in rete, per vedere se nell'enomondo qualcuno avesse avuto idee da cui prendere spunto. Denominazione, nome di fantasia, note di viticoltura, note di vinificazione, abbinamenti, note organolettiche, una due tre volte, niente di nuovo sotto il sole da dove prendere nuovi stimoli.

Vado avanti e continuo a leggere "Utilizzo di lieviti indigenti" in un primo momento penso ad un'ennesima deriva naturista purista, poi controllo se le ricerche di zimotecnia avessero fatto passi da gigante verso ceppi senza esigenze di azoto, poi no no si trattava di errore del T9 ( forse).

Ma accidenti perfino la mia insegnante delle superiori ripeteva fino alla nausea di rileggere il compito prima di consegnarlo, una due tre volte, poi se non si è sicuri di quello che si scrive esistono gli editor. Però secondo l'ironia social i lieviti indigenti hanno una loro funzione: sono indigenti perchè non prendono il reddito di cittadinanza, sono poveri e non si possono permettere l'APA, sono ammalati, esistono e lottano tra di noi per la sopravvivenza.

Accidenti io tutti i giorni pratico #vinoparlato e lo racconto a tutti coloro che hanno la compiacenza di ascoltarmi, non demonizzo la tecnica applicata al vino, cerco di usare concetti semplici e reali, voi per favore cercate di mantenere alto il vostro discernimento.
  • condividi su Facebook
  • 1114
  • 0
  • 4

#0 Commenti

inserisci un commento