assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#2 Commenti

  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    Proprio ieri sera con i ragazzi di vino in garage, mentre si ragionava sui vini e sui difetti, fra un bicchiere di etil fenolo ed uno di diacetile, li esortavo ad avere un atteggiamento laico nel fare vino, che deve avere come scopo finale la produzione di un vino :
    Sano,
    Leale
    Mercantile
    Possibilmente stabile e longevo nel tempo

    link a questo commento 0 2
    #1
  • Domenico Sciutteri

    Domenico Sciutteri

    Ciao. Quoto quasi in tutto su quanto dici, però secondo me una differenza sostanziale esiste e quella di Vinnatur che controlla i suoi aderenti sui pesticidi. Anche sei io abbasserei di molto la soglia.

    Quando dici riguardo la scelta che fai sulle persone mi trova d’accordo in parte. ( e qui ti rimando alla scheda d’autocertificazione, perché propio di questo si tratta)

    IO ho sempre fatto questa scelta in primis sempre. Purtroppo le persone nel tempo cambiano, chi in meglio chi in peggio purtroppo. ( diretta esperienza personale).
    Compreso qualcuno iscritto qui su Vinix.


    Comunque io vedo la cosa più semplice di quella che si vuole fare apparire. Scheda d’Autocertificazione e controllo del consumatore a campione.
    Come ? E qui dovrebbero aiutarti gli Enti Locali.

    Ma nessuno si vuole mettere contro un fatturato di 14 Miliardi di Euro.

    Tra parentesi ieri ho degustato a Sestri alcuni vini che facevano pena.
    Se bere Naturale dovrebbe essere cosi.
    Rinuncio a BERE.
    Un caro saluto

    link a questo commento 0 0
    #2

inserisci un commento