assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Grappoli di Notte Piedimonte Etneo 02.10.2010

album di Carlo Ravanello 14 foto nell'album
Un nuovo ed originale appuntamento è stato quello della serata di sabato 2 ottobre dedicato alla raccolta notturna di nerello mascalese, uve base dell'Etna e contemporaneamente di grappoli di garganega da parte del Consorzio di Tutela del Soave, in collaborazione con Veneto Agricoltura, sulla scia del format di Vulcania, il forum internazione dei vini da suolo vulcanico. Durante la serata era previsto una sorta di gemellaggio mediatico via Internet tra Piedimonte Etneo e Colognola ai Colli; gemellaggio che si è svolto regolarmente con ampia soddisfazione di tutti i presenti e delle Amministrazioni dei 2 Comuni che si erano prodigate per l'evento. L'obiettivo di questo incontro originale per il tema ma anche per il sistema di collegamento scelto era quello di catturare col rito della raccolta dell'uva, l'attenzione dei consumatori attenti i quali, oltre a degustare, desiderano conoscere l'origine del vino che scelgono, la qualità delle uve impiegate ed il metodo di raccolta e produzione. Si è trattato di un vero e proprio momento di divulgazione culturale, che all'amore per i gesti della tradizione, ha aggiunto il supporto del web per quanti hanno partecipato alla vendemmia notturna di Piedimonte con la possibilità di essere messi in collegamento diretto, in video conferenza, con i "colleghi" di Colognola ai Colli (Soave Verona). A partire dalle 20.30 è scattata infatti l'attivazione di un mega schermo, posizionati uno nel vigneto "Liperus" di Piedimonte Etneo dell'azienda Don Saro di Linguaglossa e l'altro nel vigneto "Il Casale" dell'azienda Agostino Vicentini, di Colognola ai Colli, dove i partecipanti hanno avuto la possibilità di vedersi e parlarsi a vicenda in tempo reale.. L'appuntamento del 2 ottobre oltre a risvolti divulgativi ha presentato anche forti valenze tecniche. La vendemmia notturna permetterà infatti di dar vita ad una nuova linea di Etna Rosso e di Soave nati da uve raccolte in notturna, appunto - e di diversificare la produzione. La raccolta dei grappoli di notte permetterà una maggiore valorizzazione degli aromi del nerello mascalese e della garganega, particolarmente sviluppati in presenza di forti escursioni termiche, anche sulla base di una forte selezione delle uve. Purtroppo la prima parte della serata etnea è stata angustiata dalla presenza di alcuni elementi di chiaro stampo malavitoso che hanno tentato in tutti i modi - peraltro senza riuscirci di ostacolare il tranquillo svolgersi dell'intelligente iniziativa. Solo l'intervento delle forze dell'ordine ha posto fine a questi momenti di disagio, restituendo alla manifestazione tutta la sua dignità e ripristinando il corretto svolgimento dell'incontro.
    • 0
    • 567
    • 0
    • 0
    • 0
    • 546
    • 0
    • 0
    • 0
    • 537
    • 0
    • 0
    • 0
    • 576
    • 0
    • 0
    • 0
    • 616
    • 0
    • 0
    • 0
    • 628
    • 0
    • 0
    • 0
    • 491
    • 0
    • 0
    • 0
    • 434
    • 0
    • 0
    • 0
    • 487
    • 0
    • 0
    • 0
    • 626
    • 0
    • 0
    • 0
    • 531
    • 0
    • 0
    • 0
    • 599
    • 0
    • 0
    • 0
    • 536
    • 0
    • 0
    • 0
    • 696
    • 0
    • 0
  • condividi su Facebook