assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

wines of Salvatore Landolfo

  • Cretaccio 2008

    Cretaccio 2008

    posted by Salvatore Landolfo

    Cretaccio Casavecchia "riserva" 2008 Nella certificazione IGT "Terre del Volturno" non esiste la denominazione casavecchia riserva ma il produttore ama definirlo così per la cura e il procedimento col quale realizza questo vino. Quando lo si versa nel bicchiere il colore e vivo ed invitante, rosso rubino compatto con una lieve unghia purpurea, consistente.  Profumo monocorda e austero classico del vitigno Casavecchia, fruttato...

  • Refosco dal Peduncolo Rosso 2007

    Refosco dal Peduncolo Rosso 2007

    posted by Salvatore Landolfo

    Il produttore, che non conosco di persona, a dire dell'Agrnomo Claudio Fabbro e' colui che si può definire il vero Contadino. L'Azienda e' Donda  il vino e' il Refosco dal peduncolo rosso, D.O.C. di Aquileia Annata 2007. Alcol 13,5. Appena versato mi ha subito ricordato quei rossi Friulani, della razza Refosco. Il Colore Rubino, Consistente, al naso si evidenzia, dopo averlo fatto ossigenare, il Pepe Rosa, potpourri di petali secchi,...

  • Fiano di Avellino Vintage 2002

    Fiano di Avellino Vintage 2002

    posted by Salvatore Landolfo

    Fiano Di Avellino Vintage 2002 DOC (DOCG dal 2003) 12,5% vol Mastroberardino 1878 1 anno di acciaio, 7 anni di bottiglia. Questo vino e' l'esempio di cio' che da tempo io e l'amico Alessandro sosteniamo il Fiano e' un vitigno cosi' potente da poter esprimere la sua pienezza dopo minimo tre anni dalla vendemmia. Per questo vino parliamo di ben otto vendemmie fa', nel bicchiere risulta Brillante, di colore Giallo dorato ed inoltre...

  • Greco di Tixon 2009

    Greco di Tixon 2009

    posted by Salvatore Landolfo

    Il vitigno Greco esisteva in passato anche in provincia di Caserta in particolare a Maddaloni come si può evincere dal saggio intitolato " Il Bacco Guarito" scritto da Giuseppe Rossi nel 1816. Oggi giorno di quel clone ne e' "sopravvissuto" meno di un ettaro grazie all'Azienda della famiglia Tixon che ha ripreso questo antico cultivar, dal quale ne deriva un vino interessantissimo a tiratura limitatissima appena 1500 bottiglie per...

  • Vigna della Congregazione  2005

    Vigna della Congregazione 2005

    posted by Salvatore Landolfo

    Un'emozione visiva olfattiva e gustativa, versato nel bicchiere lento nei movimenti, color oro, al naso presente la nota fume' classica del Fiano, ma dopo un po di tempo sentori di minerale poi fruttato di frutta tropicale e disidratata sentori di ananas, albicocca secca, in bocca conferma tutto con una nota ancora leggermente acida mandorla secca e chiusura gradevolissima fume' penso che sia al massimo dell'evoluzione. Abbinamento pezzogna in...

  • Finis Terrae 2009

    Finis Terrae 2009

    posted by Salvatore Landolfo

    Prima di tutto vorrei fare una precisazione, non sono favorevole e non mi piacciono in genere quei vini che hanno in uvaggio autoctoni e internazionali, per il semplice motivo che il più delle volte in questi blend le varie sfumature dell'autoctono vengono "appiattite" dall'internazionale. Non è così per questo vino, che anche non essendo il vino di punta dell'azienda, dona piacere al palato e permette, per l'ottimo...

  • Quarto di Luna 2004

    Quarto di Luna 2004

    posted by Salvatore Landolfo

    Al naso camomilla, cera d'api, albicocca secca, tutta frutta addolcita dal legno e dal tempo, questo bianco 2004 ottenuto da uve falangina dei campi flegrei e caprettone, "elevato" per definizione del produttore in barrique, in bocca ancora sapido e leggermente acido questo vino del 2004 conserva ancora in maniera levigata le caratteristiche dei vitigni d'origine. Consumato in abbinamento ad una rana pescatrice sia con paccheri di gragnano e...

  • Cometa Sicilia Igt 2001

    Cometa Sicilia Igt 2001

    posted by Salvatore Landolfo

    Un vino che con lo scorrere del tempo, quasi 2 ore, ha raccontato varie storie. Appena versato nel bicchiere sentori Floreali, Fruttati di Pesca Bianca e Mandorla e un netto sentore minerale. Il vino è prodotto con il clone di Fiano della DOCG Irpina. Passata una mezz'ora sempre il minerale in evidenza il floreale scomparso e la frutta aveva assunto sentori più maturi, il primo assaggio denota una notevole freschezza è il...

  • Piedirosso 2008

    Piedirosso 2008

    posted by Salvatore Landolfo

    Il vino l'ho acquistato per curiosità dopo aver letto questo articolo http://www.lucianopignataro.it/articolo.php?pl=6117 siccome da tempo ero in cerca di un vino che da uve piedirosso rispecchiasse il vitigno di origine. Versato nel bicchiere di colore rubino leggermente più carico rispetto ai classici piedirosso, al naso floreale (il classico geranio) ma anche fruttato e speziato, e cosa sorprendente più restava nel...

  • Pallagrello Bianco 2008

    Pallagrello Bianco 2008

    posted by Salvatore Landolfo

    Il Pallagrello Bianco, vitigno "autoctono" di Terra di Lavoro, per anni è stato confuso con il "Coda di Volpe" altro vitigno diffuso nell'areale campano. Tra i classici vitigni della provincia di Caserta è senza dubbio quello che maggiormente divide le considerazioni di produttori, esperti e critica per la sua espressione in vinificazione. E' risaputo che questo vitigno una volta vinificato pecca in freschezza per la mancanza di...