assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

vini di Paolo Stasi

  • Meursault 1er Cru Perrières 1992

    Meursault 1er Cru Perrières 1992

    inserito da Paolo Stasi

    Aprire una bottiglia, pergiunta di bianco, a ben 17 anni dalla vendemmia è sempre pericoloso, ai timori per una possibile cattiva conservazione si sommano quelli dovuti alla effettiva tenuta del vino. Quando però ti accorgi che il vino è integro l'emozione forse ti accorgi che ne è valsa la pena. Ieri ho stappato questo gioiellino, di un produttore per me nuovo che non conoscevo, un produttore che è solito...

  • Montevetrano Colli di Salerno Igt 1996

    Montevetrano Colli di Salerno Igt 1996

    inserito da Paolo Stasi

    Pulito e ben definito il naso con balsamicità in evidenza a giocarsela con della ciliegia più dolce. Fresco ed integro terziarizzazioni evidenti nessuna, nessun sentore di legno. Succoso, dolce il tannino fine, agile e disteso in bocca. Un bella prestazione e un bellissimo vino. 92/100

  • Barbaresco Asili Riserva 2004

    Barbaresco Asili Riserva 2004

    inserito da Paolo Stasi

    Avevo una grande aspettativa a pochi mesi dal primo assaggio, ai miei occhi questo deve essere un vino assoluto, la tipologia, il territorio, il produttore, l'annata favorevole hanno tutto per dare vita ad un qualcosa di fantastico. Non da ultimo il prezzo che non può ammettere sbagli. Un rosso porposa vivo e bellissimo, limpido-cristallino che si accompagna ad una buona consistenza. al naso è intenso e contradistinfo da profumi...

  • Barolo Brunate Le Coste 2004

    Barolo Brunate Le Coste 2004

    inserito da Paolo Stasi

    L'avevo bebuto a Gennaio insieme ad altri 22 Baroli e già mi aveva colpito. Ieri mi ha confermato di essere un cavallo di razza. Rubino abbastanza luminoso, naso intenso e con una ampia gamma di profumi: fruttato, floreale, speziato, minerale, vegetale. Ho in particolare apprezzato le note di fiori rossi secchi, la buccia d'arancia (caramellata), la liquerizia e il caffè. In questo giovane vino sono ancora freschezze e durezze a...

  • Barbaresco Rabaja 2004

    Barbaresco Rabaja 2004

    inserito da Paolo Stasi

    Vestito di un rubino luminoso e pulito, si nasconde nel bicchiere con i profumi che sono più lenti a emergere rispetto ad alcuni assaggi dello stesso cru ma di aziende diverse. E' però bello notare come accanto alla sua preponderante componente mineral terrosa fatta di ferro, radici, tamarindo, cola ci regali una note verde fresca di melone (quello verde detto anche Piel de Sapo o "pelle di rospo"). Bocca molto snella e fresca,...

  • Trebbiano d'Abruzzo 2004

    Trebbiano d'Abruzzo 2004

    inserito da Paolo Stasi

    Giallo paglierino carico, si cambia registro verso sentori più, passatemi il termine, caserecci. Fieno bagnato, frutta esotica gialla, e una nota agrodolce (ho sparato una aranciata/amara S.Pellegrino). In bocca è ampio, secco, fresco e sapido. Beh che dire, averlo nel bicchiere è stato affascinante. 89

  • Chablis 1ºC Foret 2005

    Chablis 1ºC Foret 2005

    inserito da Paolo Stasi

    Paglierino luminoso e cristallino, appena versato emana sentori di mare e acqua salata, in bocca conferma la sapidità e una ottima spalla acida, tagliente mostra una bevibilità a tratti poco controllabile. Nel bicchiere poi i profumi spaziano tra note di frutta verde lavorata (dovuta credo a legno che si sta amalgamando molto bene con il resto), netti richiami rocciosi e minerali. 91+

  • Montiano Lazio Rosso Igt 2001

    Montiano Lazio Rosso Igt 2001

    inserito da Paolo Stasi

    Già all'apertura spara forte al naso. Buon segnale. Dopo un paio di ore lo verso nel bicchiere: Colore rosso rubino cupo, impenetrabile, con un'unghia ancora purpurea, bello. Gli ultimi bicchieri versati cominciavano a manifestare alcuni segni del tempo con un pochino di fondo che lo rendeva torbido. Intenso al naso, tra l'abbastanza complesso e il complesso, ma sicuramente fine. Si distinguono nette le note di frutta nera in...

  • Granato 2004

    Granato 2004

    inserito da Paolo Stasi

    Rosso Porpora con netta unghia violacea, al naso è fragrante e dai profumi freschi, ciliegia, note balsamiche, spezie piccanti e minaralità ferossa. Una leggera nota alcolica in sottofondo. In bocca è secco e abbastanza morbido, ancora giovane nei tannini, di ottima freschezza e sapidità. Persistente e fine, al palato si punta dritti su note di erbe basamiche e liquerizia. Gia bello oggi, interessante sarà...

  • Il Conte Lucio 2007

    Il Conte Lucio 2007

    inserito da Paolo Stasi

    Ne avevo sentito parlare ma non mi sarei mai aspettato un colore cosi, tra il rosa tenue e il ramato. Ciò è dovuto alla tecnica di vinificazione - le uve selezionate, sono lasciate a contatto della buccia per circa 48 ore con tecnicadi macerazione prefermentativa a freddo ( MPF) - ma il risultato è meravigliosamente strano. Al naso è inizialmente un po' introverso ma, riassaggiato dopo alcune ore, si apre sul...