assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Il Capriccio Ristorante Locanda

di Fabio Ciarla
  • via Chiaia di Luna, Ponza (LT) - Lazio - Italia
  • telefono: +39077180729
  • email: info@ilcapricciodiponza.it
  • fascia di prezzo: da 31 a 50
Il Capriccio Ristorante Locanda
CUCINA: 8
SERVIZIO: 8
CARTA DEI VINI: 7
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Metti un fine settimana di giugno in barca a vela alle isole Pontine, metti uno sbarco serale a Ponza e un incontro fortuito e fortunato con l'indicazione di un buon ristorante... Ecco l'introduzione alla mia visita a "Il Capriccio - Ristorante Locanda" in via Chiaia di Luna (ma in realtà in pieno centro vicino al porto), una bella serata con alcuni amici conosciuti solo il giorno prima e una cucina davvero notevole, soprattutto in base ai prezzi.





Inizio questa volta con i piatti degustati e poi passo a un piccolo racconto divertente della serata per chi vuole approfondire.


La cucina de Il Capriccio è tipicamente marinara ma ci sono anche alcuni piatti di carne, il tutto è ben curato sia nella presentazione sia nella realizzazione, per un livello di cucina più che buono a prezzi più che giusti.





Noi abbiamo mangiato una serie di antipasti in cui spiccavano sicuramente il Pane Ponzese (una frisella bagnata e condita con pomodori, alici e tonno sott'olio della casa) e un Tortino di melanzane in agrodolce, alici e uva passa. Entrambi piatti molto interessanti, dal sapore verace e semplice, ma buonissimo, il primo al misto di sapori diversi, anch'essi armonici però, del secondo. Subito dopo inserirei le polpettine di pesce su purea di melanzane e l'insalata tiepida di calamari con crocchette di patate. Un discorso a parte lo meritano invece i gamberi di goffa con la mozzarella di bufala. Gli ingredienti di base erano entrambi eccezionali, ma - secondo me - unirli ha significato "spegnerli" entrambi. A mio gusto, per quanto non stridessero insieme, non si esaltavano ma si annullavano ecco...





Sui primi si andava dal semplice spaghetto alle vongole, un must intramontabile diciamo la verità!, alla calamarata di calamari (in foto) nella quale regnava anche un po' di pesto genovese leggermente troppo olioso, per finire con i Paccheri alla Borbonica (con seppie fresche). Anche i secondi sembravano decisamente all'altezza ma non li abbiamo assaggiati.





Ad accompagnare il tutto un buon Angimbè di Cusumano con tappo in vetro. Vino fresco e piacevole, ma forse tanto vale andare sull'Insolia puro invece di unirlo allo Chardonnay come in questo caso... Nella carta dei vini, sintetica ma sufficiente, c'era anche un qualcosa di strano: Vin Santo della Fattoria Casa Bianca della Val di Chiana. Da qui part ela seconda parte, quella più giocosa, del racconto.





Scesi al porticciolo ci siamo messi alla cerca di un buon ristorante, pieno l'unico di cui conoscevamo qualcosa abbiamo affidato al caso la scelta con l'unico criterio di allontanarci un po' dal lungomare per evitare i posti più affollati.


Salendo l'erta che riporta verso destra guardando il paese ci siamo imbattuti in un ristorante vuoto (saltato a pie' pari) e in un cartello che diceva "Il Capriccio - 200 m". La stradina però diventava buia e abbiamo chiesto a due ragazze che procedevano nella nostra stessa direzione: Scusate, sapete dov'è Il Capriccio?


La risposta: si certo, poco più avanti!


Allora lì è scattata la domanda fatidica visto che erano del posto: ce lo consigliate? quanto si spende?


La risposta è stata un bel sorriso e una serie di piacevoli fortuite vicinanze.


"Ristorante ottimo, sono gentili e si spende poco. Poi hanno un ottimo Vin Santo, assaggiatelo... Lo facciamo noi in Toscana! Anzi, ditegli che vi manda Carla di Maldimare, il negozio in piazzetta".


Detto fatto, iniziamo a parlare: "Toscana dove? Mio fratello è enologo e fa il consulente soprattutto lì..."


Carla: "Noi siamo in Val di Chiana, Fattoria Casa Bianca è il nome dell'azienda. Abbiamo iniziato da poco ma facciamo delle cose buone, abbiamo ricevuto premi all'ultimo Vinitaly per il nostro Vin Santo. Come si chiama tuo fratello?"


Io: "Valentino Ciarla, e Casa Bianca non mi è nuovo in effetti (mi ricorderò solo dopo che il nome è simile ma l'azienda dove fa consulenza mio fratello è a Murlo in provincia di Siena). Interessante l'idea di servire Vin Santo a Ponza, lo assaggeremo... (in realtà no ma perché non c'erano dolci adatti...)"


A quel punto eravamo ormai davanti a Il Capriccio e Carla, senza neanche pensarci: "Eccoci, andiamo che vi accompagno, gli dico di farvi un trattamento speciale!"


Detto fatto, il proprietario de Il Capriccio (purtroppo non ho segnato il nome ma è un signore brizzolato, senza fronzoli ma simpatico e appassionato di quello che fanno lì) dopo un momento di panico (noi eravamo comunque in sei e il posto non è enorme) ha sistemato un tavolo all'interno. La pergola, bellissima, era tutta piena purtroppo. L'incontro fortuito ci ha quindi regalato una bella serata con un trattamento di favore (gli antipasti erano abbondanti e il conto - tranne una correzione al rialzo di un euro per fare conto "pari" di cui mi è difficile trovare spiegazione) è stato equo. In più c'era un bel bagno, dove chi so io si è potuta cambiare visto che scendendo dal tender è scivolata in acqua fino alla vita! Per chi volesse evitare certi disguidi è consigliabile Ciccio Nero, il gommo taxi di Ponza (info su www.isolaponza.it). />

Per il ristorante, dove servono anche il Vin Santo di Carla di Maldimare (negozio molto carino), potete andare su
www.ilcapricciodiponza.it, affittano anche camere e il posto è davvero carino.

vedi tutte le recensioni di Fabio Ciarla i miei ristoranti

  • Vino & Caffè
    @ @ @ @ @

    Vino & Caffè

    inserito da Fabio Ciarla
    L'avventura nella ristorazione per Vino & Caffè è recente, parte ufficialmente da febbraio 2016, ma la storia di questo angolo gourmet di Velletri,...

    Table './vinix_it_dbn/vinix_stats_content' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed