assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Taverna La Cialoma

di Fabio Ciarla
  • Piazza Regina Margherita 23, Marzamemi (SR) - Sicilia - Italia
  • telefono: 0931-841772
  • fax: 0931-841772
  • email: info@lacialoma.it
  • fascia di prezzo: da 31 a 50
Taverna La Cialoma
CUCINA: 8
SERVIZIO: 5
CARTA DEI VINI: 7
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Questa è la prima recensione che butto giù di getto, in effetti l'ho scritta appena rientrato dalla cena a La Cialoma di Marzamemi, antica tonnara e borgo peschereccio del comune di Pachino in provincia di Siracusa, e all'ombra degli ulivi dell'agriturismo che abbiamo scelto confeziono subito le mie impressioni prima di dimenticarle.

Più di qualcuno ci aveva sconsigliato di mangiare nella piazzetta di Marzamemi (un vero gioiello, case basse e pavimentazione liscia per un effetto "miele" davvero da ricordare) ma alla fine siamo andati proprio al ristorante più grande con i tavoli sulla piazza. Il risultato non è stato sgradevole, anzi i piatti ci sono piaciuti (quasi) tutti moltissimo, ma purtroppo il ricordo maggiore è di quanto sia stata salata la serata. Scusate il gioco di parole ma gli spaghetti con la bottarga erano quasi immangiabili a causa del sale e alla fine anche il conto è stato un po' altino, essendo questo uno dei pochissimi ristoranti siciliani che ho visitato che aggiunge anche il 10% di servizio.

La qualità e lo spettacolo della piazzetta hanno comunque un prezzo, e non rimpiango di averlo pagato. I tavoli hanno tovaglie bianche, le sedie sono azzurre e i bicchieri arancioni o blu, mentre non può mancare una candela visto che sulla piazza l'illuminazione scarseggia. Anzi per il secondo che abbiamo preso, triglie fritte (alla Montalbano!) tutto sommato la scarsa illuminazione è stata anche un problema per schivare le lische

Dicevamo, spaghetti alla bottarga davvero troppo salati, il sapore di mare era sovrastato dal sale purtroppo. Ma l'antipasto era ottimo: tonno e pescespada affumicati, conditi con abbondante olio, pepe e serviti insieme a della frutta per un accoppiata molto interessante. L'altro primo scelto era una pasta casereccia con ragù di tonno (stavamo mangiando praticamente "dentro" una antica tonnara, a due passi dalla rivendita del famoso Campisi, come potevamo evitare il ragù di tonno?), buono ma non eccezionale.
Buone le triglie fritte e abbondanti. In effetti, contrariamente a quanto si potesse pensare, le porzioni non erano quelle del ristorante "chic" che per essere tale deve per forza far uscire i clienti con la fame, erano invece semplicemente normali se non abbondanti.

Un po' scarso il servizio invece, i giovani camerieri in camicia bianca o nera in base al tipo di compito non si sono distinti, tranne quello che ci ha servito il vino forse, per sveltezza e attenzione tant'è che alla fine, stanchi di aspettare, abbiamo evitato di ordinare il dolce. Per dare un'idea dei prezzi diciamo che gli antipasti variavano tra i 14 e i 16 euro, stessa cosa per i primi mentre i secondi partivano da 16 e andavano a salire. I dolci erano tra i 5 e i 7 euro ma a tutto questo, come detto, va aggiunto un 10% di servizio alla fine.

Insomma non male come cena in un posto incantevole, si potrebbe spendere meno ed essere trattati un po' meglio ma a quanto pare il successo del posto è tale che a luglio e agosto la situazione è anche peggiore

vedi tutte le recensioni di Fabio Ciarla i miei ristoranti

  • Vino & Caffè
    @ @ @ @ @

    Vino & Caffè

    inserito da Fabio Ciarla
    L'avventura nella ristorazione per Vino & Caffè è recente, parte ufficialmente da febbraio 2016, ma la storia di questo angolo gourmet di Velletri,...

    Table './vinix_it_dbn/vinix_stats_content' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed