assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Ristorante Insolito

di Forno Pasticceria Missiroli Gianluca&c.s.n.c
  • Via Babini Emilio, 22 , Russi (RA) - Emilia Romagna - Italia
  • telefono: tel: 0544 582954
  • fascia di prezzo: da 31 a 50
Ristorante Insolito
CUCINA: 7
SERVIZIO: 8
CARTA DEI VINI: 7
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Ieri sera in occasione di un evento familiare come succede ogni tanto x l'occasione, mi sono concesso una serata in un locale di cui è da un poco che sentivo parlare.
A pochi chilometri da Ravenna nei pressi della piazza principale di Russi dalle ceneri di dell'ex Devil's pub, l' Insolito ristorante sporge su di un vicolo pedonale con una elegante veranda in legno bianco e vetri satinati .Condotto in cucina dello chef Daniele Baruzzi e ed in sala dal maitre Stefano Zappi ha conquistato in breve tempo giudizi e recensioni di tutto rispetto meritando la curiosità di chi apprezza un certo tipo di cucina, esposta dovere nel sito a disposizione in rete http://www.ristoranteinsolito.com/index.html

Gradevole nell'allestimento immediatamente l'ingresso/ disimpegno, introduce l’avventore in un ambiente curato nei dettagli, la cui nota dominante è il bianco ghiaccio con indovinati elementi di arredo in legno scuro che danno un bel contrasto messo in evidenza dal settore illuminazione che appare particolarmente curato. Piacevole il design dei servizi igienici piacevole e sobrio l’allestimento della veranda in legno bianco dai richiami vagamente coloniali che si differenzia dalla sala adiacente dove complementi d'arredo , luci e finiture creano un'atmosfera forse con un poco più di tono.

Seduti in veranda, la tavola è apparecchiata solo con una comunque “compatibile” tovaglietta da colazione all’americana, mentre nella sala interna la La mise en place appare in tutta la sua pienezza. Pochi clienti ai tavoli per ora. Una gentile giovane cameriera con camicia bianca ed elegante grembiule nero porta acqua e relativi bicchieri e posateria. Di li a poco una garbata signora ci propone la carta dei vini ed il menù che già preventivamente avevo accuratamente ispezionato nel relativo sito in rete. http://www.ristoranteinsolito.com/index.html.

Sufficientemente ampia la carta dei vini propone buone selezioni, ma per non eccedere ed in conseguenza del poco bere della mia signora, opto per un calice a discrezione della cucina che dove competenza e professionalità di solito aiutano l’avventore nell’apprezzare le proposte di cucina. proposta .

Il menù appare più votato alla cucina “colta” di territorio con qualche divagazione “di mare” e una rispettosa proposta legata a piatti della tradizione romagnola ( tagliatelle ,bel e cot ,cappelletti) che possono certo accontentare anche un pubblico meno esigente.
Non troppe le proposte sulla carta del menù, ritengo equilibrate nei panni di una cucina che vuole smaltire solo prodotti freschi. Con piacere noto come sia suggerimenta la possibilità di avere mezze porzioni a “metà prezzo”. Una soluzione adeguata per chi volesse divertirsi più “assaggiando” che mangiando.

Intanto il locale lentamente comincia ad accogliere numerosi altri clienti.

Optiamo per 4 Entrèe. Di cui 3 mezze porzioni.

Fegato d'anatra marinato e affumicato in casa con piccola insalata e pane nero .

Bavarese di robiola con cialde di pane e tartare mediterranea (capperi, olive, pomodoro).

Panzanella con baccalà mantecato e vinegrette di pane e pomodoro.

Tortino di cereali e legumi (bio) con gamberi saltati e olio alle nocciole.

Come primo scegliamo

Paccheri di Gragnano con sugo di pesce, crostacei e origano fresco anche se avremmo preferito un secondo scritto nella carta che al momento risultava terminato.
Arriva il vino che stappato davanti a noi riempie abbondantemente i calici in tavola.
Stupendo e profumato il vino crea ottime aspettative.
Aspettiamo con impazienza il cestino del pane che non arriva . Ci servono quasi subito “uno sformato di erbette” con uno scampo sgusciatoin e gratinato in vetta, con a parte un bocconcino di ottima pizza salata tiepida al sale grosso. Niente di eclatante, il piatto svolge egregiamente il suo compito di “entratina”.
Ottimo il vino ci accompagna nella degustazione. A breve come avevo chiesto, arrivano tutti insieme i 4 antipasti.

Fegato d'anatra marinato e affumicato in casa con piccola insalata e pane nero .
Ci si può accontentare di una presentazione al limite della sufficienza quando il prodotto è veramente eccellente….

Bavarese di robiola con cialde di pane e tartare mediterranea (capperi, olive, pomodoro).
Immensa la delicatezza della robiola ed esaltante invece il sapore della tartare mediterranea condita modo egregio.

Panzanella con baccalà mantecato e vinegrette di pane e pomodoro.
Bella presentazione per un piatto di forse estrema semplicità di ingredienti ma sapientemente messo insieme da un non breve lavoro.

Tortino di cereali e legumi (bio) con gamberi saltati e olio alle nocciole.
Ottimo,..bella presentazione forse un pelo insipido ma credo giustamente per esaltare il delicato sapore dell’olio di nocciole..ottimi i gamberi aperti quasi a cotoletta.

Devo dire che a fronte di quasi tutto perfetto il cestino del pane è risultato veramente scarso di quantità e tempismo.

Paccheri di Gragnano con sugo di pesce, crostacei e origano fresco.

Ottima pasta, cottura egregia e condimento completamente privo di gusci..alla vista pochi crostacei ma il sapore quello c’era tutto!

Un attimo di sosta per finire il secondo calice di vino e poi ordiniamo il dolce a cui è didicata una piccola carta. Totale favore della cucina devo dire che, le mezze porzione se non fosse perché le abbiamo chieste, non davano l’idea di essere tali essendo ben fatte e non di scarsa quantità:

Provato martedi 11 settembre

Marquise di cioccolato e lamponi con passata di ciliegie.

Indovinato l’abbinamento con il cioccolato ottimo dolce, forse un poco troppo abbondante consiglieri di dimezzare la dose.

Zabaione ghiacciato allo zafferano e curcuma e salsa ai frutti della passione.

Devo dire che un poco mi ha deluso, mi aspettavo qualcosa di più fantasioso. anche se molto buono, in realtà erano alcune fettine di bavarese allo zabaione con forse un punta eccessiva di acidità del frutto della passione.

Una piccola musse al cioccolato amaro con mandorle tostate abbimi dovuto mettercela per forza in quanto veramente sazi .
Due caffè e conto adeguato alla cena anche se devo dire che 5 euro di coperto a testa per una tovaglietta da colazione mi è sembrato eccessivo mi domando cosa avremmo pagato se ci fossimo seduti all’interno con la mise en place completa!

vedi tutte le recensioni di Forno Pasticceria Missiroli Gianluca&c.s.n.c i miei ristoranti

#0 Commenti

inserisci un commento