Ittiturismo Il Besugo Innamorato

di Filippo Ronco
  • Via Tripoli 54, Chiavari (GE) - Liguria - Italia
  • telefono: 3397232797
  • email: ittiturismochiavari@gmail.com
  • fascia di prezzo: da 31 a 50
Ittiturismo Il Besugo Innamorato
CUCINA: 8
SERVIZIO: 7
CARTA DEI VINI: 6
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Tutti hanno l'amico di Milano.
Io ho avuto la fortuna di averne uno speciale con il quale ho trascorso gran parte della mia infanzia tra il suo lussureggiante giardino di Via Tripoli e il "tinello" di casa mia dove facevamo lunghissime partite a Leaderboard Golf su Commodore 64. Speciale tra le altre cose perché era di Milano pur essendo in realtà di Chiavari, cioè nato a Chiavari, per cui la vicinanza empatica era (ed è) ancora più stretta. Il suo giardino dicevo. Uno spazio verde in centro città ben racchiuso da mura discrete e da un grande portone verde sovrastato da un enorme glicine. Vegetazione lussureggiante fatta di una maestosa magnolia, palme, limoni, aranci ed ogni fiore possibile. C'era il canestro, il tavolo da ping pong, il dondolo. C'era il tavolone sul quale abbiamo trascorso migliaia di serate incantevoli con le sorelle, con gli amici in comune chiavaresi e milanesi. C'era il campo da tennis in cemento rosso dell'altra benestante famiglia di rimpetto, campo al quale avevamo accesso pressoché libero pur sotto lo sguardo vigile del nonno Delio che dalla finestra più alta di casa non mancava mai di raddrizzare una volée mal messa o un servizio sciupato con i suoi preziosi consigli. C'erano i genitori del mio amico, perfetti padroni di casa, generosi, sempre ospitali così come gli zii e soprattutto c'era la Nonna Pina e la sua inimitabile focaccia alta con il sale grosso e #centomila litri di extravergine, una cosa da non dormirci la notte credetemi.

In quel giardino c'erano anche le feste "dei grandi". Tre o quattro durante l'estate dei tempi d'oro, anni ottanta per lo più. Mio padre - non propriamente adatto alla mondanità se non in ruolo "chiave" - stava spesso alle braci coadiuvato ai fornelli dal preziosissimo Giuseppe e dalle donne di casa in quelle serate che radunavano praticamente tutti gli amici della spiaggia del giorno in notti che diventavano lunghe come nastri vhs di chiacchiere sotto le stelle. Serate dove trovavi davvero ogni sociotipo umano (ma non solo umano) esistente, la sciura milanese ingioiellatissima moglie del dirigente di Giove (e il suo cane), l'amica sboccata, il compito commercialista, il casinaro, il timido, il figlio della sciura evidentemente abbandonato a sé stesso da rieducare agli usi liguri, l'amico di sempre, il cugggino, le amiche dell'amico e le amiche del cuggino, l'alto il basso il magro il grasso. Insomma, avete il panorama.

Tutto questo lungo preambolo per darvi giusto un'idea di cosa può essermi passato per la mente e per il cuore ieri sera spingendo il grande portone verde scuro di quel medesimo giardino. Gli zii di Francesco hanno aperto questo ittiturismo in casa propria dove Nicoletta - bravissima cuoca per passione da sempre - cucina e dove Giuseppe - pescatore per passione da sempre - pesca. Una cucina di pesce freschissimo (#chettelodicoaffare) in centro a Chiavari, in un ambiente estremamente confortevole, per una spesa che si aggira sui 40 pleuri (vini - semplici - inclusi) meritatissimi. L'ittiturismo lavora dal giovedì alla domenica, una quindicina di posti al massimo che conviene prenotare con largo anticipo, meglio se per gruppi di almeno 8-10 persone ma se siete in due e c'è posto vi prendono eh. Come a casa, pure meglio. E' anche possibile prenotare uscite in mare di pescaturismo dal porto di Chiavari.

Abbiamo mangiato involtini di triglie con lardo e asparagi, soppressata di polpo con carciofi, nasello al limone con melagrana, carpione di sugarello con zucchine a scapece. Zuppa (colossale) di pesce con crostini all'aglio. Seppie con carciofi e patate. Torta cremino al cioccolato con gelato casalingo e salsa di fragole.

Si può migliorare la selezione dei vini anche mantenendo il profilo semplice che giustamente ci si è dati per offrire pesce straordinario - così come in effetti accade - ad una cifra onestissima e senza stravolgere il conto per via del vino. E' un ittiturismo, non un'enoteca e trovo più che corretto mantenere il pesce al centro. Giusto un paio di produttori liguri come si deve in più potrebbero ulteriormente impreziosire ciò che va già benissimo com'è. Tornerò senz'altro perché si sta bene ma bene bene.

vedi tutte le recensioni di Filippo Ronco i miei ristoranti

  • Majori Agriturismo
    @ @ @ @ @

    Majori Agriturismo

    inserito da Filippo Ronco
    Là dove finisce la Costa Verde, subito dopo Piscinas, inizia quel tratto della west coast sarda meno esplorato e conosciuto, battutto quasi...

    • 0
    • 1292
  • L'Agave
    @ @ @ @ @

    L'Agave

    inserito da Filippo Ronco
    Alcuni caveat utili per chi legge. Il primo riguarda la mia amicizia di lunga data con Marco Rezzano, il patron del ristorante. Marco, insieme ad...

    • 0
    • 5767

#0 Commenti

inserisci un commento