assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Agriturismo Poggio al Toro - la Ristorazione di Vincenzo e Maria

di Alessandra Rossi
  • Podere Poggioaltoro - loc. Murci, Scansano (GR) - Toscana - Italia
  • telefono: 0564 519057
  • fax: 0564 519057
  • email: info@poggioaltoro.com
  • fascia di prezzo: meno di 30
Agriturismo Poggio al Toro - la Ristorazione di Vincenzo e Maria
CUCINA: 10
SERVIZIO: 10
CARTA DEI VINI: 8
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Questa recensione è un po' "sopra le righe", ma un lettore interessato vi troverà senz'altro buone informazioni per il suo DB.

Sono arrivata a Poggio al Toro come cliente (per l'alloggio e la ristorazione) ma anche come collaboratore per la commercializzazione dell'ottimo vino ed olio lì prodotti.
Quindi la mia posizione puo' apparire assolutamente di parte. Per chi mi conosce, questo puo' non essere un problema: sanno che non divulgo informazioni faziose o pilotate. E scelgo con enorme cura le aziende con cui collaborare. O sono *sane* o niente.

E dopo la doverosa premessa, passiamo al tema: LA RISTORAZIONE.

COME SI DECIDE IL MENU
Vincenzo, proprietario di Poggio al Toro, è un creativo buongustaio molto "estemporaneo". Quindi da lui non vi aspettate menu'. La mattina parla con i suoi ospiti e si decide insieme cosa si mangia. Già mi è piaciuto il sistema, come essere da mia madre :-).

ATMOSFERA
La sala è piccola, max 30 posti. Ci sono i tavoli anche fuori, con vista mozzafiato sui colli scansanesi.
Si ride un bel po', da VIncenzo, sia per l'ambiente sereno che per la sua capacità di coinvolgere con leggerezza le persone, senza invaderle ma anche facendole sempre sentire "accompagnate".
E gli argomenti sono infiniti, a tavola: dallo sport (allena la locale squadra giovanile di rugby) alla chimica del vino ai fumetti a marketing e filosofia. Se uno vuole partecipare.
Altrimenti Poggio al Toro è un posto dove pure la solitudine di una passaggiata fra i boschi diventa terapeutica.

COSA HO MANGIATO:

Maria, la inestimabile cuoca che vive li' (ma insieme al marito è anche vignaiola ed ortolana), mi ha permesso di darle una mano (santa donna, come avra' fatto a sopportarmi!) a prendere le verdure nell'orto ed a preparare un'ACQUA COTTA che non dimenticherò. Per chi non la conoscesse è una zuppa di verdure apparentemente semplice, che da quelle parti viene servita con uovo fatto bollire nella minestra stessa. Un uovo ciascuno. Bello anche coreograficamente, questo piatto.
Ovviamente la bonta' di una tale zuppa è direttamente proporzionale alla genuinità ed alla freschezza dei prodotti.
Vi lascio quindi immaginare cosa era quella pietanza.

IL VINO: il Morellino base ed il Riserva (Rittocchino) di Poggio al Toro - meno di 4 ettari di vigna - è stato graziato dal cielo per via della fortunata posizione, ma adeguatamente cresciuto dalle mani di VIncenzo e dei suoi giovani enologi. La grazia di questo sangiovese è paragonabile a vini di ben altra collocazione economica.
Sfido i migliori sommelier a dire diversamente :-).
A parte la mia opinione, questa è la scheda di Tigullio:
http://www.tigulliovino.it/podere-poggio-al-toro/podere-poggio-al-toro-2008.htm

L'OLIO D'OLIVA, basilare. L'olio di Vincenzo è un po' piu' aggraziato degli altri pur buoni olii maremmani. Si sente subito. Ho chiesto perche': causa una quota olivi seggianesi che danno frutti piu' dolci. Sono soddisfatta della risposta.. generalmente qui trovo leccino e moraiolo, ottime olive ma talvolta il risultato è un po' "ruspante" nel gusto.

FORMAGGI E SALUMI: il formaggio lo fa un pastore che va a pascolare nei campi di Vincenzo. Incredibile, ho visto delle API VIVE da quelle parti :-)).
I salumi, lardo salamino e pancetta, assaggiati in questa occasione, sono anche quelli di maiali allevati li'. Alcuni li ho conosciuti personalmente, di maiali intendo.
Pascolano liberi nei dintorni ogni tanto, malgrado l'aspetto irsuto (mezzi di cinta) non sono selvatici, anzi, timidi ma socievoli, quasi dei cagnolini. Viene un po' un senso di colpa a tagliare il salame poi. Ma il palato vince.
E anche il buonumore, da quelle parti.

Ale

vedi tutte le recensioni di Alessandra Rossi i miei ristoranti

  • LA16
    @ @ @ @ @

    LA16

    inserito da Alessandra Rossi
    Il La16 è tra i ristoranti che ho coinvolto nella rassegna "CIN CIN è QUI la Festa" - ampia documentazione con post, video e recensioni...

    • 8
    • 9669
  • Osteria Il Rifrullo
    @ @ @ @ @

    Osteria Il Rifrullo

    inserito da Alessandra Rossi
    Continuando nel mio viaggio di lavoro con gli altri 13 (vedere la recensione precedente su Montalcino) approdiamo oggi a Scansano. Il direttore del...

    • 3
    • 11837

#1 Commenti

  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Mi accorgo di dover inserire una precisazione: Maria, "l'inestimabile cuoca" citata, insieme al marito, appunto, cura anche vigna ed orto.
    Ma il marito di Maria non è Vincenzo Ciaceri.

    Maria e suo marito Vasile sono rumeni. Stanno a Poggio al Toro da 6 anni e sono inestimabili entrambi, anche a giudicare dalla pulizia sia in agriturismo che in cantina che ho notato.

    Maria faceva l'insegnante, nel suo paese. Qui ha dovuto imparare tutto da zero, da come potare le viti a come cucinare il cinghiale. Evidentemente oltre ad essere una brava maestra (e dal carattere amabile), è anche una brava alunna: ha imparato benissimo.

    link a questo commento 0 0
    #1

inserisci un commento