assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Agriturismo Il Rovere

di Enrico Grazioli
  • Via San Cipriano 34, Lonato del Garda (BS) - Lombardia - Italia
  • telefono: 030.9120057
  • fax: 030.9120057
  • fascia di prezzo: meno di 30
Agriturismo Il Rovere
CUCINA: 8
SERVIZIO: 8
CARTA DEI VINI: 7
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
"A tutto porcello" è un circuito enogastronomico molto atteso e sempre organizzato in concomitanza della 51esima Fiera Regionale di Lonato, provincia di Brescia: non venitemi a dire che si chiama Lonato del Garda come confermato da referendum, 100 metri di spiaggia non balneabile non ne fanno una meta turistica. Questa iniziativa oserei dire che c'è da sempre, eppure fino a questa cena sono sempre stato restio, temevo la pesantezza di una pasto interamente a base di maiale.



Ho cambiato idea nel leggere le proposte dei 19 ristoranti, agriturismi e aziende agricoli che vi aderiscono ognuno con un menu fisso e un prezzo diverso. Dopo una lettura con acquolina abbiamo deciso per Il Rovere, un agriturismo immerso nel verde a pochi metri dalla rotonda della nota discoteca Art ovvero in località San Cipriano tra Lonato e Desenzano, a poca distanza dal casello dell'A4. Per chi non conosce la zona consiglio di consultare una mappa prima di raggiungerlo perché oltre ad essere in piena campagna l'accesso non è dei migliori. Dalla rotonda dell'ex Stand, dell'Art nonché del Mc Donald's prendere direzione Lonato/Brescia, poi tenete la destra per il centro di Lonato e dopo qualche centinaio di metri svoltate al sinistra per tornare indietro passando sotto la tangenziale dopo vi troverete il cartello con l'indicazione del locale. Dopo 400 metri di strada sterrata corniciata da verde e piante si arriva in una cascina, un luogo che di sera ci è parso alquanto ameno. Gli aderenti al tour richiedono una prenotazione e chi di noi si è preso la briga durante il giorno di farlo di persona ha anche potuto osservare alcuni cavalli.



Si tratta di una cascina ristrutturata, immersa nel verde della campagna e dei vigneti che permettono di offrire una scelta di rossi, bianchi e chiaretto di loro produzione. L'ambiente è su due piani, una sala al piano terra e una al primo piano, entrambe ampie e con un arredamento classico da ristorante. Alla nostra cena quella al piano terra era chiusa. L'atmosfera è famigliare, semplice e cortese. Il servizio è piuttosto ricercato per essere un agriturismo: ampio sottopiatto, doppie posate e candela su ogni tavolo.



E' il 10 gennaio 2009. Partiamo con due vassoi di frittata con salsiccia e cipolle, semplice ma buona, e polenta con erbette e lardo: impossibile non apprezzare questi pochi bocconi così gustosi seppure ben calibrati. Di fatto un pezzo a testa di ognuno dei due. Assieme a del salame nostrano e del buon prosciutto crudo ci vengono servite delle piacevoli verdure in agrodolce: cipolline, carote e peperoni. Sul finire dei salumi ci vengono portate delle cotiche con fagioli ben preparate e molto apprezzate. Del maiale si butta via nulla, mal che vada richiede una lunga cottura.



I casonsèi crudo e mele al burro e salvia sono stati la miglior sorpresa. Sempre mangiati di carne o, quando preparati in casa, con verdura. Molto grossi e con un ripieno insolito mi aveva incuriosito non poco, sapore deciso ma delicato nell'abbinata. Le tagliatelle alla pattona (vellutata di patate e salsiccia) sono piaciute a tutti, un piatto semplice e gustoso peccato che in tanti non avessero riconosciuto che fosse una crema di patate, tanto ormai si è abituati all'abuso della panna.



Per secondo, come indicato nel menu della Fiera, bisognerebbe scegliere tra grigliata e arista, ma dato il nostro numero ci vengono portate entrambe. L'arista al latte al forno era per me una novità. La carne di ottima qualità come quella di costine, salamine e coppa alla brace. Eccezionale la coppa. Contorno di polenta, verdura catalogna e verza.



Per dolce ci arrivano sia sbrisolona che salame al cioccolato, caffè e grappa.

A conti fatti sono 27 euro a testa, anziché i 25 indicati. Il vino era incluso nel menu, ma abbiamo ordinato sette bottiglie di vino (quattro rossi, un novello, due bianchi de Il Rovere) e un'aggiunta di quattro bicchierini di liquore alla prugna. Usciamo soddisfatti. Mangiato tanto ma non troppo e con una piacevole calma. Certamente uno dei migliori e più curati anche in cucina agriturismi della zona.



Valutazioni.



Cucina: 8. Le ampie descrizioni non richiedono altre spiegazioni. La carne alla griglia, come dovuto, è cotta su un ampio fuoco all'aperto: cosa che aumenta il fascino del posto.



Servizio: 8. Molto curato il tavolo e tempestivo, puntuale il servizio al tavolo.



Carta dei vini: nell'occasione non ne ho preso visione, ma le bottiglie di produzione propria sono state soddisfacenti.

vedi tutte le recensioni di Enrico Grazioli i miei ristoranti

  • Al Combattente
    @ @ @ @ @

    Al Combattente

    inserito da Enrico Grazioli
    - Buonasera, lor signori - Salve, grazie per l'accoglienza - I lor signori hanno prenotato? Siamo sul finire dei posti. - Certo, abbiamo prenotato...

    • 0
    • 6866
  • Agriturismo La Scalera
    @ @ @ @ @

    Agriturismo La Scalera

    inserito da Enrico Grazioli
    A Maguzzano, tra Padenghe e Lonato immerso tra vigne e ulivi delle colline moreniche del lago di Garda, si trova l'Agriturismo la Scalera. Le acque...

    • 0
    • 12204

#0 Commenti

inserisci un commento