assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Baciamolemani dell'Hotel Royal

di Stefano Caffarri
  • Via di Sangiuliano, Catania (CT) - Sicilia - Italia
  • fascia di prezzo: da 31 a 50
Baciamolemani dell'Hotel Royal
CUCINA: 7
SERVIZIO: 6
CARTA DEI VINI: 5
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Su una delle più belle terrazze di Catania, aggettante sulla chianata di Sangiuliano, concede da pochi mesi i suoi favori anche ad ospiti esterni all'annesso Hotel Royal il raccolto ristorante Baciamo le mani.
Già questo, e la stupefacente possibilità di una cena all'aria aperta il 10 d'ottobre con vista sulla via Cruciferi, varrebbe il viaggio. Sarete accolti dal competente maitre algerino Faisal tra arredi minimali ed eleganti ed attrezzatura scelta con cura, ed accomodati ai distanti tavolini dove potrete immergervi nella scelta di un menù chiaro e completo, soprattutto orientato al mare. Scelta da apprezzare, visto che l'acre e seducente profumo della Pescheria giunge fino qui.
La cucina è affidata allo spumeggiante chef Domenico Alba, che officia i suoi riti con una passione evidente e sanguigna, idee chiare ed un approccio quasi alchemico alla materia, ricercandone una certa qual filosofale integrità. Scelte radicali, che potrebbero sorprendervi: nessun sale, sapori netti e definiti, nessun pane in tavola fino al secondo, ma di certo non mancano in tutta l'architettura un rigore ed una coerenza di fondo che incuriosiscono prima, e convincono, poi. Gli ingredienti della terra siciliana sono ricondotti al loro archetipo, e resi con immacolata interezza, con un approccio divisionista che rifugge l'ormai stantìa rivisitazione della tradizione ma si rende in una proposta del tutto originale di sapori già presenti nella mappa organolettica, magari dimenticati e sepolti sotto le devastazioni della cucina glocal.
Giunge quindi come amouse bouche un salmone affumicato con cucchiaio alle due salse, pomodoro ed erbette, aromatizzato con una goccia di limone. A seguire un antipasto di semplicissimo esito ma di complessa realizzazione: l'essenza del pomodoro ricomposta con addensanti in forma di pomodoro (sic!), accompagnata da ricotta salata e una crema al pesto di basilico. Sapori divisi, profumi consueti ma raramente resi con tale intensità.
Sono strepitosi anche gli spaghetti con i ricci (e sassi): ottima pasta (prediletta Setaro), ricci crudi, e spaghetti tirati in un'essenza di prezzemolo e aglio ottenuta con ferri roventi e lenti raffreddamenti. Per secondo avrai la Zuppa di crostacei con pasta fillo, un fagottino passato al forno che potrai riempire a piacere con un intensa bisque di pesce, o le curiose fettuccine di calamari con gamberi al lardo di colonnata: ottenute proprio dai calamari stessi ed arricchiete da ottimo olio vergine siciliano.
Anche dolci nel menù: il flan di cioccolato, magari non il pezzo forte della cena, arricchito da una generosa dose di succo di fico d'india: insolito ed azzeccato.
Dunque un'avventura di certo esito: e una Tavola da tenere d'occhio. Il tempo e qualche attenzione aiuteranno a perfezionare la proposta dove mostra qualche incrinatura - il servizio a tratti incespica, pur restando sempre deliziosamente cortese, e resta una sensazione generale di sushi bar, per così dire - dove si palesano comprensibili e veniali peccati di gioventù, come la mancanza di una carta dei vini a fronte di una curata seppur piccola cantina.
Per l'intero viaggio spenderete 35, forse 40euri. Valevoli.

vedi tutte le recensioni di Stefano Caffarri i miei ristoranti

  • Osteria del Borro
    @ @ @ @ @

    Osteria del Borro

    inserito da Stefano Caffarri
    Puoi scegliere da una carta abbondante, o dal menù Chianina che ti offre un viaggio nelle selezioni più pregiate. Mentre scegli, una...

    • 0
    • 7970
  • Miranda
    @ @ @ @ @

    Miranda

    inserito da Stefano Caffarri
    Una Degustazione di sei piatti sei per esplorare il carattere di questa cucina che è una fotografia istantanea di queste terre, pur essendo...

    • 1
    • 6869

#0 Commenti

inserisci un commento