assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#1 Commenti

  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Avrebbero dovuto scambiarsi i bicchieri da bendati. Però è abbastanza veritiero l'esperimento nel senso che la forma del calice, lo spessore dei bordi, la sua stessa composizione cristallina, possono modificare e anche di molto l'esperienza complessiva di degustazione. Non solo olfattivamente (per come vengono convogliati i profumi verso l'alto) e gustativamente (per come cade il vino sulla lingua) ma anche per la per il contributo visivo e quindi estetico dell'esperienza d'assaggio.

    Sembrano uccellate lo so.
    Ma provate estremizzando ad assaggiare un vino in un calice (di vetro si!) da acqua comune e poi in un calice da degustazione. Non trovate davvero nessuna differenza?


    Fil.

    link a questo commento 0 1
    #1

inserisci un commento